NOTIZIA

Le Nazioni Unite hanno sollecitato la fine del finanziamento del carbone

Le Nazioni Unite hanno sollecitato la fine del finanziamento del carbone



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha emesso un duro avvertimento che troppi governi e aziende "non hanno ancora ricevuto il messaggio" e rischiano di progettare una ripresa ad alta intensità di carbonio dalla crisi del coronavirus.

Intervenendo al Vertice virtuale sulla transizione all'energia pulita dell'Agenzia internazionale per l'energia (IEA), Guterres ha avvertito che l'opportunità di ottenere una "ripresa verde" che accelera l'azione per il clima a sostegno dell'accordo di Parigi sponsorizzato dalle Nazioni Unite Gli Stati Uniti rischiavano di essere sperperati dai paesi che utilizzavano fondi di stimolo per "sostenere" le società di combustibili fossili e "stimolare" lo sviluppo di centrali elettriche a carbone.

Guterres ha esortato i paesi a smettere di finanziare il carbone e a impegnarsi a non costruire nuove centrali elettriche a carbone per consentire il passaggio all'energia pulita.

"Il carbone non ha posto nei piani di ripresa del COVID-19", ha detto Guterres, parlando in video al vertice sulla transizione verso l'energia pulita organizzato dall'AIE.

Ha affermato che il business case per l'energia rinnovabile era migliore del carbone in quasi tutti i mercati e che i lavori verdi e la crescita sostenibile sono cruciali nei pacchetti di ripresa economica durante la pandemia di coronavirus, riferisce Reuters.

"Oggi, le nazioni stanno prendendo decisioni di vasta portata incanalando trilioni di dollari di denaro dei contribuenti in strategie di recupero in risposta alla pandemia COVID-19", ha detto.

“Mentre progettiamo e implementiamo questi piani di ripristino, abbiamo una scelta. Possiamo tornare a dove eravamo, oppure possiamo investire in un futuro migliore e più sostenibile ", ha aggiunto.

Guterres ha elogiato i governi che si sono impegnati in piani di ripresa ecologica, individuando l'Unione Europea e la Corea del Sud per elogi e sottolineando come la Nigeria abbia riformato il suo quadro di sussidi per i combustibili fossili e il Canada abbia applicato il tuo supporto di salvataggio in risposta alla pandemia.

Tuttavia, "molti non hanno ancora capito il messaggio", ha avvertito il segretario delle Nazioni Unite.

Guterres ha citato una nuova ricerca sui pacchetti di recupero del G20 lanciati questa settimana che mostra che il doppio del denaro per il recupero è stato speso per i combustibili fossili rispetto all'energia pulita.

Reuters ha riferito che la Cina, il più grande produttore mondiale di carbone, si è detta impegnata per uno sviluppo pulito ed efficiente a basse emissioni di carbonio del settore energetico.

"Faremo grandi sforzi per sviluppare l'energia idroelettrica, eolica e solare", ha detto durante l'incontro virtuale Zhang Jinhua, direttore della China National Energy Administration.

Il vertice IEA sulla transizione per l'energia pulita ha convocato 40 ministri di paesi che rappresentano l'80% del consumo energetico e delle emissioni di gas serra.

Hanno discusso le misure per rilanciare le economie, ridurre le emissioni e rendere i sistemi energetici più resistenti ai cambiamenti climatici.

"Il vertice IEA sulle transizioni sull'energia pulita rappresenta il momento chiave nel 2020 per dare impulso agli obiettivi internazionali in materia di energia e clima", ha affermato il dott. Fatih Birol, direttore esecutivo dell'IEA.

"Invece di permettere alla crisi del COVID-19 di minare le nostre transizioni verso l'energia pulita, dobbiamo sfruttare massicci piani di ripresa economica per raggiungere un picco definitivo delle emissioni di carbonio e mettere il mondo sulla strada per una ripresa sostenibile", ha concluso. .


Video: 1980s: How Donald Trump Created Donald Trump. NBC News (Agosto 2022).